Come combinare la formazione sincrona e asincrona online

Categoria: Blog

Come combinare la formazione sincrona e asincrona online

Negli ultimi anni vi è stato un grande dibattito su come gli educatori, i formatori e i responsabili di L&D dovessero focalizzarsi sulle esperienze di formazione sincrona e asincrona online.

Qual è la differenza tra formazione sincrona e asincrona online?

Nel contesto dell’istruzione online, le esperienze di apprendimento e formazione sincrone sono quelle fornite dal vivo con un educatore o un formatore che facilita una sessione di apprendimento. Esistono numerosi strumenti che possono essere utilizzati nell’apprendimento sincrono come riunioni dal vivo o aule virtuali in cui educatori e studenti si incontrano virtualmente in tempo reale (tramite un dispositivo in rete) e comunicano e collaborano tramite video, chat, lavagna e altri strumenti sincroni. Al contrario, sebbene richieda anche un dispositivo, l’apprendimento asincrono è un metodo focalizzato sullo studente solitamente fornito tramite un sistema di gestione formativo (LMS) che consente alla formazione di avvenire in tempi e spazi diversi e specifici per ogni studente. Nell’apprendimento asincrono, gli educatori impostano un programma di apprendimento o un corso in cui gli studenti si possono impegnare seguendo il proprio ritmo.

Costruzionismo sociale – l’apprendimento come contesto sociale

Come molti lettori sapranno, Moodle si basa sul costruzionismo sociale, che è la comprensione che le persone sviluppano la conoscenza in un contesto sociale. Moodle sostiene l’importanza di creare una comunità collaborativa di studenti in cui gli studenti imparano “facendo” e osservando i loro coetanei. Parliamo di una comunità in cui educatori e formatori comprendono il contesto degli studenti in modo che possano personalizzare il linguaggio e l’espressione dei concetti nei modi più adatti al pubblico di riferimento. E, dove gli insegnanti o i formatori si riconoscono come discenti e sono disposti a collaborare, ascoltare e condividere idee al fine di migliorare la propria comprensione e, in definitiva, fornire indicazioni sui miglioramenti del programma di apprendimento.

Quindi la formazione sincrona è migliore, giusto? Sbagliato.

Questa base nel costruzionismo sociale potrebbe indurre i lettori di questo blog a pensare che Moodle sosterrebbe la formazione sincrona rispetto a quella asincrona. Ma presumerlo sarebbe sbagliato perché la formazione asincrona supporta anche la teoria del costruzionismo sociale. Al fine di creare esperienze di apprendimento davvero coinvolgenti, è altrettanto importante che le attività asincrone offrano opportunità agli studenti di apprendere facendo e attraverso le relazioni tra loro e con i loro docenti.

Ciò non significa che l’istruzione asincrona dovrebbe sostituire l’opportunità per educatori, formatori e studenti di incontrarsi in tempo reale attraverso aule virtuali con funzionalità di messaggistica e video dal vivo. In effetti, la modalità di apprendimenti sincrono online rispecchia il tipo di formazione che solitamente avviene in presenza in aula in cui un insegnante o un istruttore supporta gli studenti a essere coinvolti attivamente nel loro apprendimento attraverso l’interazione tra loro e con il loro docene mentre completano compiti o attività.

Insieme è meglio

Il problema non è se la formazione asincrona o sincrona sia migliore, ma come entrambe possano essere utilizzate per supportare la teoria del costruzionismo sociale, accogliere diverse preferenze di apprendimento e, in definitiva, coinvolgere gli studenti attraverso l’interazione tra loro e il loro docente.

Una certa interazione faccia a faccia è una componente essenziale per un’istruzione online di buona qualità. Ecco perché BigBlueButton, la soluzione di conferenza Web open source che fornisce condivisione in tempo reale di audio, video, diapositive, lavagna, chat e schermo, sarà incorporata in Moodle 4.0 come funzionalità standard. Attualmente disponibile come plug-in Moodle, BigBlueButton, consente a formatori ed educatori di utilizzare sale per sottogruppi, sondaggi, lavagna multiutente e note condivise per coinvolgere gli studenti in tempo reale. Tuttavia, vale la pena riconoscere che lo streaming di video e la connessione alle riunioni online utilizzano molti dati e richiedono connessioni Internet veloci, che non tutti gli studenti potrebbero avere contemporaneamente. Anche dove la connettività non è un problema, i problemi tecnici possono influire sulla qualità dell’interazione dal vivo. Questi problemi possono essere risolti utilizzando una combinazione di metodi di consegna sincroni e asincroni.

Inoltre, gli studenti differiscono nel modo in cui percepiscono e comprendono le informazioni che vengono loro presentate. Ad esempio, alcuni studenti comprenderanno i contenuti più rapidamente attraverso contenuti visivi o uditivi piuttosto che su testo stampato. Altri studenti con disabilità sensoriali o difficoltà di apprendimento avranno esigenze specifiche. Per soddisfare le preferenze di tutti gli studenti, è importante che gli educatori creino attività e risorse asincrone in varie modalità con cui gli studenti possono interagire e impegnarsi.

Anche la collaborazione online e il lavoro di gruppo possono essere eseguiti bene in modo asincrono. Ad esempio, educatori e formatori possono utilizzare le numerose funzionalità standard di Moodle per incoraggiare l’interazione e la sperimentazione degli studenti. In aggiunta, possono inviare una risposta personale tramite Moodle Forum, creare gruppi di studenti, impostare compiti, incoraggiare la collaborazione attraverso la valutazione tra pari con Workshop e consentire agli studenti di creare piani e documenti di progetto collaborativi tramite Wiki. I corsi asincroni ospitano anche studenti più introversi che potrebbero avere difficoltà a interagire con altri studenti e il loro insegnante o istruttore in un ambiente dal vivo.

Sia l’erogazione sincrona che quella asincrona presentano vantaggi per educatori, formatori e studenti:

Formazione sincrona online (live)

Formazione asincrona online (seguendo il proprio ritmo)

  • Interazione sociale (interazioni in presa diretta per collaborare, comunicare, discutere, condividere)
  • Segnali non verbali (comprensione più sfumata del coinvolgimento)
  • Valutazione in diretta dei progressi dello studente (flessibilità per educatore/formatore nello gestire le lacune di apprendimento in modo immediato)
  • Appartenenza (interazione in tempo reale per il benessere)
  • Supporto dal vivo (nessun ritardo tra la richiesta e la ricezione di aiuto)
  • Buone piattaforme per classi virtuali forniscono informazioni dettagliate sui progressi degli studenti e il coinvolgimento con i materiali didattici informa sul miglioramento delle strategie di insegnamento e dell’erogazione.
  • Pensiero riflessivo (consente l’assorbimento, la contemplazione, la concentrazione e la riflessione).
  • Flessibilità (tempo/luogo adatto allo studente)
  • Offline (non richiede sempre connettività: gli studenti possono completare le attività offline)
  • Interazione sociale (consente collaborazione, comunicazione, discussione, condivisione, feedback in un momento conveniente per lo studente e l’educatore/istruttore)
  • Accoglie facilmente diverse preferenze di apprendimento (attraverso l’uso di attività interattive in diverse modalità)
  • Insight sui dati (analizzare la progressione degli studenti e il coinvolgimento con i materiali di apprendimento per informare il miglioramento del programma di apprendimento)

Moodle è stato progettato per la massima flessibilità, una cassetta degli attrezzi che ospita sia la formazione sincrona che quella asincrona per consentire a educatori e formatori di costruire una piattaforma educativa adatta ai propri studenti.

Scopri di più sulle nostre piattaforme di apprendimento online Moodle LMS o Moodle Workplace. Oppure contatta MediaTouch, l’unico Moodle Premium Certified Services Provider, che può aiutarti con la progettazione dell’apprendimento, lo sviluppo personalizzato, l’hosting, l’onboarding, l’installazione e le integrazioni.

Articolo originale: https://moodle.com/news/combining-synchronous-asynchronous-learning/

Bibliografia:

https://elearningindustry.com/blending-asynchronous-and-synchronous-digital-learning-modalities-part-5
https://www.brynmawr.edu/blendedlearning/asynchronous-vs-synchronous-learning-quick-overview
https://elearningindustry.com/right-learning-modalities-asynchronous-and-synchronous-interactions
https://elearningindustry.com/asynchronous-and-synchronous-modalities-deliver-digital-learning
https://educationrickshaw.com/2020/03/30/the-unproductive-debate-of-synchronous-vs-asynchronous-learning/

 

 

Menu